Del resto, Nexi ha cambiato totalmente fisionomia rispetto a quella che era la vecchia Icbpi, societ leader in Italia nel settore della monetica, pagamenti e securities services, che controlla CartaS ceduta dalle banche popolari al consorzio di fondi nel 2015 per oltre 2 miliardi di euro. Importanti sono state soprattutto una serie di acquisizioni. In quest nel corso del 2016 il gruppo ICBPI CartaSi e i suoi azionisti hanno avviato diverse operazioni, del valore di quasi due miliardi, per l di aziende e attivit specializzate nel mondo della monetica e dei pagamenti: Bassilichi, le attivit di merchant acquiring di Monte dei Paschi di Siena e di Deutsche Bank Spa, Isp Processing (Setefi Isp.

Times, Sunday Times (2016)What is wrong with hurting their feelings a bit? Times, Sunday Times (2012)We realised there must be something wrong with our credit rating. Times, Sunday Times (2015)You feel you are doing something morally wrong. Times, Sunday Times (2012)There is no suggestion that the banks have done anything wrong.

Il link dalla prima immagine porta direttamente al mare magnum delle recensioni in italiano sull di Pynchon): non mi sento di consigliarlo anche se di un capolavoro che si tratta indubbiamente. E un che richiede una pazienza assoluta nel lettore, un libro monumentale e forbitissimo che tende a sviare, illudere, annebbiare, per poi tornare sul sentiero e divagare nuovamente, lasciando una serie di impressioni pi generali, un senso diciamo, ma non permettendo di cogliere una miriade di riferimenti culturali a tutto campo. Pu essere spossante, sgradevole anche.

Come il film di Lawrence, avanziamo mutilati, defraudati dalle sue prestazioni magistrali, specialmente nei secondi ruoli.Perché Philip Seymour Hoffman recitò a lungo decentrato dall’azione ma percepibile anche allo spettatore meno scaltro.Sebbene abbia un volto piuttosto convenzionale e caratteristiche non proprio da Adone biondiccio, grassoccio, miope Philip Seymour Hoffman compensa con il talento quello che madre natura non gli ha dato. Quando appare sullo schermo, non solo lo riempie della sua personalità ma è capace di trasfigurare se stesso a seconda delle esigenze del personaggio, grazie a una plasticità di espressioni francamente unica. per questo che l’infermiere di Magnolia, lo scrittore Truman Capote, Brandt l’assistente del miliardario Lebowski e lo struggente Jon Savage, sono tutti quanti dei perfetti affreschi dell’uomo contemporaneo, tutti differenti fra di loro, ma tutti uguali nei loro limiti, i difetti e i pochissimi pregi, egoisti, pusillanimi, vigliacchi, ciascuno faccia della medesima ipocrita medaglia dell’umanità ma, allo stesso tempo, ognuno differente e peculiare dall’altro.