Rispetto alla recente fatica di Faccini, l dei Woven Hand è stato sviluppato all di una cornice comunque molto coerente che, con sguardo semplicistico, si potrebbe definire spiritualista In poco più di quaranta minuti convivono il tipico desert folk del cantautore del Colorado, il country espressionista e la vena del predicatore della sua vecchia band, l dei nativi americani in una versione assolutamente credibile e mille altre arcaiche sensazioni, esotismi e mediorientalismi inclusi. Il risultato non è il pastiche ridondante…